UNSETTLING STONES – Pietre instabili  

Questo progetto di laboratorio e di spettacolo è il prodotto di un tempo incostante e di anime inquiete, ed è anche la contemplazione di questa instabilità.

 

Propone uno sguardo su cosa significa vivere in una società sotto il controllo della legge, dove le nozioni di sicurezza/pericolo/sicurezza/libertà sono mescolate insieme. Dove i media indossano maschere per intrattenere il   pubblico e il monopolio del potere viene trasmesso all'elite privilegiata della generazione successiva.

Il disagio ha condotto ad un disagio ancor più profondo e viviamo tutti a vari livelli di panico e paura. In questi tempi di inettitudine e impotenza, è possibile pietrificarsi, invece di sperare?

 

Sotto la guida del coordinatore e regista Zhao Chuan, i partecipanti locali prenderanno parte al laboratorio e alle prove per quattro giorni, e creeranno un'ora di spettacolo con lo stesso titolo. Questo workshop guidato da Zao Chuan, riguarda l'improvvisazione e la collaborazione nel teatro e nelle arti performative attraverso l'analisi della relazione  sicurezza/pericolo/sicurezza/libertà. Le pietre diventeranno l'elemento centrale: è possibile pietrificarsi invece di sperare? Una parte del copione di Unsettling Stones scritto da Zao Chuan sarà usato per le prove e per la rappresentazione. La performance sarà una combinazione di movimenti fisici, monologhi e suoni creati dai partecipanti.

 

Background

Il Grass Stage Theatre è stato fondato nel 2005 da Zao Chuan ed un gruppo di suoi colleghi. Sono impegnati nella promozione del nuovo movimento di teatro sociale cinese, l'apertura di spazi pubblici non-profit, e la creazione di una nuova estetica teatrale.

 

Sotto la direzione di Zao Chuan, il collettivo ha mirato a stimolare le capacità teatrali delle persone comuni attraverso laboratori e training per creare nuove pieces teatrali, per organizzare eventi culturali e produzioni teatrali, per incoraggiare l'interazione collaborativa con gruppi affini in Cina e all'estero.

 

Il gruppo si è focalizzato nell'approfondire la connessione fra teatro e società e ha fatto uso di una grande varietà di luoghi e situazioni per le discussioni e per le performance.

 

Gli eventi del Grass Stage Theater non sono solo contenitori dove connettere diversi elementi della società, ma anche momenti per  fornire, in una nazione determinata da un contesto politico relativamente carente in opportunità di partecipazione, una serie fluida e diversificata di spazi di socialità pubblica.

 

I lavori del Grass Stage Theatre, fra gli altri Unsettled Stones, Republican Notes (2012), The Little Society volume I and II (2009-2011), Unbearable Dreams series (2009-2011), Lu Xun 2008 (2008), Squat (2008), A Madman’s Stories (2006-2007), 38th Parallel Still Play (2005), sono stati rappresentati in più di dieci città cinesi ed a Taiwan, Macao, Hong Kong, in Giappone, in Korea e in Germania.

 

 

Zao Chuan è uno scrittore, critico d'arte e regista teatrale, impegnato nella promozione e nella creazione del teatro politico alternativo a Shanghai.

É il membro fondatore e l'organizzatore dell'importante collettivo cinese Grass Stage dal 2005. Il suo lavoro è dedicato alla divulgazione del movimento del nuovo teatro sociale e alla creazione di spazi pubblici non-profit. Fra i riconoscimenti letterari di Zao Chuan, importantissimo è l'Unita Prize for New Novelists (2001). Le sue recensioni sull'arte contemporanea a Shanghai sono stati selezionati per la pubblicazione su vari media in Cina e all'estero. E' stato spesso invitato presso numerosi festival internazonali di letteratura, arte e teatro.

Joomla templates by a4joomla